Home » Guida al BONUS MOBILI 2019. Di che cosa si tratta e come funziona.

Guida al BONUS MOBILI 2019. Di che cosa si tratta e come funziona.

Deca Mobili Bonus Mobili 2019

Il bonus mobili 2019 è la detrazione fiscale Irpef del 50% riconosciuta ai contribuenti per le spese di acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Nella guida al bonus mobili pubblicata dall’Agenzia delle Entrate viene chiarito che tra i requisiti è necessario che la data di inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella dell’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici.

Detrazione Irpef per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici

Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+(A per i forni). Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto al beneficio più volte. L’importo massimo di 10.000€ va, infatti, riferito a ciascuna unità abitativa oggetto di ristrutturazione.

Saranno validi gli acquisti effettuati a partire dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2019.

Chi può richiedere la detrazione?

Tra i requisiti richiesti per beneficiare del bonus mobili vi è l’aver effettuato i lavori di ristrutturazione edilizia o manutenzione dell’immobile. L’Agenzia delle Entrate spiega anche che per gli acquisti effettuati nel 2019 è necessario aver realizzato un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a partire dal 1° gennaio 2018.

Per quali arredi ed elettrodomestici si ha diritto alla detrazione?

Ecco una lista esemplificativa degli acquisti di arredi ed elettrodomestici che danno diritto a beneficiare della detrazione del bonus mobili. Mobili e arredi: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione; Elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+(A per i forni): frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Detrazione fiscale in 10 rate di pari importo

Le agevolazioni consistono in una detrazione del 50% del costo sostenuto, da ripartire in 10 rate.

Per beneficiare dello sconto fiscale sarà necessario inserire le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico) e la detrazione verrà riconosciuta nella forma rimborso fiscale Irpef.

Bisognerà aver cura di effettuare i pagamenti esclusivamente nelle modalità idonee e, dal 2018, è necessario trasmettere la comunicazione ENEA per l’acquisto di alcuni elettrodomestici.

Le spese che rientrano nel perimetro del monitoraggio sul risparmio energetico dell’ENEA sono quelle relative ai seguenti acquisti:

  • Forni
  • Frigoriferi
  • Lavastoviglie
  • Piani cottura elettrici
  • Lavatrici
  • Asciugatrice

Quali documenti conservare?

– La conservazione dei documenti è fondamentale, ovvero:

– Ricevuta del bonifico

– Ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito)

– Documentazione di addebito su conto corrente

– Fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Si tratta della documentazione che sarà necessario esibire in caso di controlli successivi da parte dell’Agenzia dell’Entrate.

Passa a trovarci nel nostro Punto Vendita di Rocca d’Evandro (CE) in Via Masseria della Corte snc 81040.

Per informazioni, telefonaci al numero 0823/097135, o manda un messaggio compilando il nostro form nella sezione contatti.